Un’appuntamento lungo tre giorni … da non perdere alla biblioteca di Calenzano!!!!!!!!!!!!!!!

Giovedì 2 SETTEMBRE 

ore 17:00 – Area bambini) Io Leggo! e Buchi, baci, mani, voci: lo spettacolo di e con Teresa Porcella. Liniziativa è pensata per i bambini dai 3 ai 6 anni (richiesto laccompagnamento di un adulto).

ore 17:00  protagonista Giulia Caminito con Lacqua del lago non è mai dolce (Bompiani), libro finalista al Premio Campiello e in lizza per la cinquina finale del Premio Strega.

ore 17:30 Paesaggi letterari: passeggiata a Calenzano Alta con visita al Museo del Figurino e letture su Castruccio Castracani dal libro Valperga di Mary Shelley.

ore 18:00  Sabina Colloredo con I giorni del giudizio (Rizzoli), un romanzo che racconta con tenerezza la vita di una generazione che ha attraversato uno dei momenti più complicati della storia recente italiana, e il prezzo che la stessa generazione ha dovuto pagare per aver creduto nei propri ideali.

ore 19:00  Michela Murgia con  Stai zitta e altre nove frasi che non vogliamo sentire più (Einaudi), nel quale la scrittrice elenca e scandaglia, passandole al setaccio, le frasi più frequentemente ricorrenti nel quotidiano femminile e i corollari che ne derivano. Il libro evidenzia il legame mortificante che esiste, nello stesso quotidiano, tra le ingiustizie vissute e parole sentite.

Venerdì 3 SETTEMBRE

ore 17:00 –  Io Leggo! e Scienza rap (Editoriale Scienza): lo spettacolo di e con lautrice Teresa Porcella. Liniziativa è dedicata ai bambini e ai ragazzi dai 5 ai 13 anni.

ore 17:00 Nicoletta Verna con Il valore affettivo (Enaudi). Bianca è la protagonista del libro esordio in narrativa della Verna: un viaggio dentro al dolore, una battaglia destinata alla sconfitta, che pure mantiene socchiusa la speranza: quella di chi non vuole arrendersi.

ore 17:30 Paesaggi letterari: passeggiata con Emiliano Gucci e il suo libro Le anime gemelle (Feltrinelli).

ore 18:00 Ilaria Gaspari con Vita segreta delle emozioni (Einaudi) che racconta un viaggio emotivo per tappe: ricostruendo le vicende delle parole con cui diciamo i nostri stati d’animo e che traccia, un pezzetto alla volta, un autoritratto frammentario, imperfetto.

ore 19:00 Carlo Verdone con La carezza della memoria (Bompiani). Ogni racconto è un momento di vita vissuta rivisitato dopo tanto tempo: dal legame col padre ai momenti preziosi condivisi con i figli, dai primi viaggi alla scoperta del mondo alle trasferte di lavoro, dalle amicizie romane a un delicato amore di gioventù. Un libro che fa tornare indietro nel tempo dove si incontrano celebrità e persone comuni

 sabato 4 settembre 

ore 17:00  Ilide Carmignani con il suo Storia di Luis Sepúlveda e del suo gatto Zorba (Salani), il libro racconta in un dialogo tra lo scrittore e il gatto bibliotecario Diderot – uno dei protagonisti del celebre romanzo Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare– la vita di Lucho, come chiamavano gli amici il celebre autore cileno, e quella del suo gatto Zorba. Nel corso delliniziativa lautrice dialogherà con Lilith Moscon. Accompagnamento di Teresa Porcella (voce) e Gianni Cammilli (chitarra).

ore 17:30  Paesaggi letterari: passeggiata a Calenzano Alta con visita al Museo del Figurino e letture su Castruccio Castracani dal libro Valperga di Mary Shelley.

ore 18:00 con Tommaso Giagni con I tuoni (Ponte alle Grazie). La vicenda descritta si snoda in una periferia romana dove Manuel, Flaviano e Abdou vivono una formazione inquieta e oppressa, hanno origini diverse, diverse aspirazioni, vite precedenti di cui parlano poco; l’amicizia che li lega è l’unico punto fermo, almeno fin quando non arriva l’amore a sparigliare le carte.   

ore 19:00.Andrea Vitali con il suo Vivida, mon amour (Einaudi). Ambientato negli anni Ottanta, il racconto si muove in una cittadina sulle rive di un lago del nord Italia, dove un dottorino neolaureato si dedica a un corteggiamento serrato, ma frustrante, della donna dei suoi sogni che è un tipo complesso e benestante, ma poco incline a spendere